MATERIE DI ESAME A.S. 2016/17

CODICE E DENOMINAZIONE INDIRIZZO:
IPA8 – SERVIZI COMMERCIALI (OPZIONE . PROMOZIONE COMMERCIALE PUBBLICITARIA)

TITOLO DI STUDIO:
DIPLOMA DI ISTITUTO PROFESSIONALE SETTORE SERVIZI INDIRIZZO “SERVIZI COMMERCIALI”

PRIMA PROVA SCRITTA AFFIDATA AL COMMISSARIO ESTERNO

1) LINGUA E LETTERATURA ITALIANA (*)

INSEGN. NOMINA CLASSI DI CONCORSO
I011 N802 A050

MATERIA OGGETTO DELLA II PROVA SCRITTA AFFIDATA AL COMMISSARIO INTERNO

– TECNICHE PROFESSIONALI DEI SERVIZI COMMERCIALI

INSEGN. NOMINA CLASSI DI CONCORSO
I090 N637

ALTRE MATERIE AFFIDATE AI COMMISSARI ESTERNI

2) LINGUA INGLESE

INSEGN. NOMINA CLASSI DI CONCORSO
I028 N460 A346

3) ECONOMIA AZIENDALE

INSEGN. NOMINA CLASSI DI CONCORSO
I072 N220 A017

 

CODICE E DENOMINAZIONE INDIRIZZO:
IP08 – SERVIZI COMMERCIALI

TITOLO DI STUDIO:
DIPLOMA DI ISTITUTO PROFESSIONALE SETTORE SERVIZI INDIRIZZO “SERVIZI COMMERCIALI”

PRIMA PROVA SCRITTA AFFIDATA AL COMMISSARIO ESTERNO

1) LINGUA E LETTERATURA ITALIANA (*)

INSEGN. NOMINA CLASSI DI CONCORSO
I011 N802 A050

MATERIA OGGETTO DELLA II PROVA SCRITTA AFFIDATA AL COMMISSARIO INTERNO

– TECNICHE PROFESSIONALI DEI SERVIZI COMMERCIALI

INSEGN. NOMINA CLASSI DI CONCORSO
I090 N637

ALTRE MATERIE AFFIDATE AI COMMISSARI ESTERNI

2) LINGUA INGLESE

INSEGN. NOMINA CLASSI DI CONCORSO
I028 N460 A346

3) DIRITTO ED ECONOMIA

INSEGN. NOMINA CLASSI DI CONCORSO
I070 N038 A019

 

MATERIE DI ESAME A.S. 2016/17

CODICE E DENOMINAZIONE INDIRIZZO:
ITAF – AMMINISTRAZIONE, FINANZA E MARKETING

TITOLO DI STUDIO:
DIPLOMA DI ISTITUTO TECNICO SETTORE ECONOMICO INDIRIZZO “AMMINISTRAZIONE, FINANZA E MARKETING”

PRIMA PROVA SCRITTA AFFIDATA AL COMMISSARIO ESTERNO

1) LINGUA E LETTERATURA ITALIANA (*)

INSEGN. NOMINA CLASSI DI CONCORSO
I011 N802 A050

MATERIA OGGETTO DELLA II PROVA SCRITTA AFFIDATA AL COMMISSARIO INTERNO

– ECONOMIA AZIENDALE

INSEGN. NOMINA CLASSI DI CONCORSO
I072 N730

ALTRE MATERIE AFFIDATE AI COMMISSARI ESTERNI

2) LINGUA INGLESE

INSEGN. NOMINA CLASSI DI CONCORSO
I028 N460 A346

3) DIRITTO

INSEGN. NOMINA CLASSI DI CONCORSO
I107 N156 A019

 

 

MATERIE DI ESAME A.S. 2016/17

CODICE E DENOMINAZIONE INDIRIZZO:
ITRI – AMMINISTR.FINANZA MARKETING ART.”RELAZIONI INTERNAZIONALI PER IL MARKETING”

TITOLO DI STUDIO:
DIPLOMA DI ISTITUTO TECNICO SETTORE ECONOMICO INDIRIZZO “AMMINISTRAZIONE, FINANZA E MARKETING” ARTICOLAZIONE “RELAZIONI INTERNAZIONALI PER IL MARKETING”

PRIMA PROVA SCRITTA AFFIDATA AL COMMISSARIO ESTERNO

1) LINGUA E LETTERATURA ITALIANA (*)

INSEGN. NOMINA CLASSI DI CONCORSO
I011 N802 A050

MATERIA OGGETTO DELLA II PROVA SCRITTA AFFIDATA AL COMMISSARIO INTERNO

– ECONOMIA AZIENDALE E GEO-POLITICA

INSEGN. NOMINA CLASSI DI CONCORSO
I123 N730

ALTRE MATERIE AFFIDATE AI COMMISSARI ESTERNI

2) LINGUA INGLESE

INSEGN. NOMINA CLASSI DI CONCORSO
I028 N460 A346

3) DIRITTO

INSEGN. NOMINA CLASSI DI CONCORSO
I107 N156 A019

 

MATERIE DI ESAME A.S. 2016/17

CODICE E DENOMINAZIONE INDIRIZZO:
ITSI – AMMINISTRAZIONE FINANZA E MARKETING ART. “SISTEMI INFORMATIVI AZIENDALI”

TITOLO DI STUDIO:
DIPLOMA DI ISTITUTO TECNICO SETTORE ECONOMICO INDIRIZZO “AMMINISTRAZIONE, FINANZA E MARKETING” ARTICOLAZIONE “SISTEMI INFORMATIVI AZIENDALI”

PRIMA PROVA SCRITTA AFFIDATA AL COMMISSARIO ESTERNO

1) LINGUA E LETTERATURA ITALIANA (*)

INSEGN. NOMINA CLASSI DI CONCORSO
I011 N802 A050

MATERIA OGGETTO DELLA II PROVA SCRITTA AFFIDATA AL COMMISSARIO INTERNO

– ECONOMIA AZIENDALE

INSEGN. NOMINA CLASSI DI CONCORSO
I072 N730

ALTRE MATERIE AFFIDATE AI COMMISSARI ESTERNI

2) LINGUA INGLESE

INSEGN. NOMINA CLASSI DI CONCORSO
I028 N460 A346

3) INFORMATICA

INSEGN. NOMINA CLASSI DI CONCORSO
I044 N967 A042

 

 

 

 

 

 

Bando di selezione corso di Informatica – Modulo IT Security – Selezione di n. 20 corsisti

È indetta, per l’a.s. 2016-17, una selezione di n. 20 (venti) corsisti da destinare al percorso formativo denominato “IT Security” per l’acquisizione di competenze digitali di base ed il conseguimento della certificazione Nuova ecdl – ecdl Full.

 

Indicazioni sulla selezione dei corsisti

Il modulo, rivolto a tutto il Personale interno ed esterno della comunità scolastica (Dirigente, docenti, a.t.a. e alunni), prevede un corso di 6 ore finalizzato al conseguimento della certificazione di livello informatico Nuova ecdl – ecdl Full.

La quota di iscrizione al corso è € 100,00 e comprende:

  • la preparazione all’esame finale
  • l’acquisto della skill card
  • la prenotazione al singolo esame.

Per ottenere la certificazione finale i corsisti dovranno superare gli esami relativi ai sottoelencati moduli:

 

Modulo 7 IT Security | Uso sicuro della rete

 

Gli interessati dovranno compilare l’apposito modulo allegato al presente bando, e versare un acconto di € 30,00 a mezzo bonifico sul c/c bancario iban IT82M0301904614000008003862 intestato a Istituto Einaudi Pareto e intrattenuto presso Credito Siciliano S.p.A. Agenzia 13 di Palermo, che saranno restituiti in caso di mancata attivazione del corso.

 

Tutte le istanze, indirizzate al Dirigente Scolastico dell’I.I.S.S. “Einaudi Pareto” – via Mongerbino 51 – 90145 Palermo, dovranno pervenire brevi manu presso la sede centrale dell’Istituto entro quindici giorni dalla data della pubblicazione del presente bando, corredate di:

  • fotocopia di un documento di riconoscimento in corso di validità
  • fotocopia del codice fiscale o della tessera sanitaria
  • attestazione dell’avvenuto pagamento dell’acconto.

Non saranno prese in considerazione le istanze pervenute a mezzo fax, e-mail, posta certificata, ovvero oltre il termine prefissato.

Si fa presente ai sig. Docenti che per questo corso è possibile utilizzare la Carta del Docente (legge 107/2015, art. 1, comma 121), in quanto «Le istituzioni scolastiche singole o in rete e/o in consorzio possono […] proporsi come Soggetti che offrono formazione sulla base di specifiche competenze e di adeguate Infrastrutture» (Direttiva del Miur 90/2003, art. 1, comma 3).

 

Modalità di selezione dei corsisti

Le domande saranno accolte secondo i seguenti criteri di selezione:

  1. priorità di precedenza al personale interno all’Istituto secondo l’ordine cronologico di acquisizione delle istanze al protocollo in entrata;
  2. le prime 20 richieste pervenute entro i termini previsti;
  3. nel caso in cui il numero delle domande di iscrizione sia superiore a 35, si provvederà all’attivazione di un ulteriore corso cui si potrà accedere previo test di preselezione al fine di individuare i primi 20 corsisti;
  4. il corso si attiverà al raggiungimento di almeno 20 corsisti.

Si precisa, infine, che il corso si svolgerà presso la sede dell’Istituto e in orario extrascolastico, secondo il calendario che sarà comunicato successivamente all’iscrizione.

download modulo modulo

Il Dirigente Scolastico

Prof.ssa Maria Rita Di Maggio

 

BANDO DI SELEZIONE n. 20 CORSISTI Modulo “ECDL BASE”

È indetta, per l’a.s. 2016-17, una selezione di n. 20 (venti) corsisti da destinare al percorso formativo denominato “ecdl Base” per l’acquisizione di competenze digitali di base ed il conseguimento della certificazione Nuova ecdl – ecdl Full.

 

Indicazioni sulla selezione dei corsisti

Il modulo, rivolto a tutto il Personale interno ed esterno della comunità scolastica (Dirigente, docenti, a.t.a. e alunni), prevede un corso di 25 ore finalizzato al conseguimento della certificazione di livello informatico Nuova ecdl – ecdl Full.

La quota di iscrizione al corso è € 220,00 e comprende:

  • la preparazione agli esami
  • l’acquisto della skill card
  • la prenotazione ai quattro esami.

Per ottenere la certificazione finale i corsisti dovranno superare gli esami relativi ai sottoelencati moduli:

 

Modulo 1 Computer Essentials | Fondamenti del Computer
Modulo 2

1.1.       Word Processing | Elaborazione documenti

Modulo 3

1.2.       Online Essentials | Navigazione in rete

Modulo 4

1.3.       Spreadsheets | Fogli elettronici e di calcolo

 

Gli interessati dovranno compilare l’apposito modulo allegato al presente bando, e versare un acconto di € 30,00 a mezzo bonifico sul c/c bancario iban IT82M0301904614000008003862 intestato a Istituto Einaudi Pareto e intrattenuto presso Credito Siciliano S.p.A. Agenzia 13 di Palermo, che saranno restituiti in caso di mancata attivazione del corso.

 

Tutte le istanze, indirizzate al Dirigente Scolastico dell’I.I.S.S. “Einaudi Pareto” – via Mongerbino 51 – 90145 Palermo, dovranno pervenire brevi manu presso la sede centrale dell’Istituto entro quindici giorni dalla data della pubblicazione del presente bando, corredate di:

  • fotocopia di un documento di riconoscimento in corso di validità
  • fotocopia del codice fiscale o della tessera sanitaria
  • attestazione dell’avvenuto pagamento dell’acconto.

Non saranno prese in considerazione le istanze pervenute a mezzo fax, e-mail, posta certificata, ovvero oltre il termine prefissato.

 

Si fa presente ai sig. Docenti che per questo corso è possibile utilizzare la Carta del Docente (legge 107/2015, art. 1, comma 121), in quanto «Le istituzioni scolastiche singole o in rete e/o in consorzio possono […] proporsi come Soggetti che offrono formazione sulla base di specifiche competenze e di adeguate Infrastrutture» (Direttiva del Miur 90/2003, art. 1, comma 3).

 

Modalità di selezione dei corsisti

Le domande saranno accolte secondo i seguenti criteri di selezione:

  1. priorità di precedenza al personale interno all’Istituto secondo l’ordine cronologico di acquisizione delle istanze al protocollo in entrata;
  2. le prime 20 richieste pervenute entro i termini previsti;
  3. nel caso in cui il numero delle domande di iscrizione sia superiore a 35, si provvederà all’attivazione di un ulteriore corso cui si potrà accedere previo test di preselezione al fine di individuare i primi 20 corsisti;
  4. il corso si attiverà al raggiungimento di almeno 20 corsisti.

 

Si precisa, infine, che il corso si svolgerà presso la sede dell’Istituto e in orario extrascolastico, secondo il calendario che sarà comunicato successivamente all’iscrizione.

download modulo modulo

Il Dirigente Scolastico

Prof.ssa Maria Rita Di Maggio

BANDO DI SELEZIONE n. 20 CORSISTI Modulo “ECDL FULL”

BANDO DI SELEZIONE n. 20 CORSISTI

 

Modulo “ECDL FULL”

 

 

 

È indetta, per l’a.s. 2016-17, una selezione di n. 20 (venti) corsisti da destinare al percorso formativo denominato “ECDL Full” per l’acquisizione di competenze digitali di base ed il conseguimento della certificazione Nuova ecdl – ecdl Full.

 

Indicazioni sulla selezione dei corsisti

Il modulo, rivolto a tutto il Personale interno ed esterno della comunità scolastica (Dirigente, docenti, a.t.a. e alunni), prevede un corso di 40 ore finalizzato al conseguimento della certificazione di livello informatico Nuova ecdl – ecdl Full.

 

La quota di iscrizione al corso è € 320,00 e comprende:

  • la preparazione agli esami finali
  • l’acquisto della skill card
  • la prenotazione ai sette esami.

 

Per ottenere la certificazione finale i corsisti dovranno superare gli esami relativi ai sottoelencati moduli:

 

Modulo 1 Computer Essentials | Fondamenti del Computer
Modulo 2

Word Processing | Elaborazione documenti

Modulo 3

Online Essentials | Navigazione in rete

Modulo 4

Spreadsheets | Fogli elettronici e di calcolo

Modulo 5

On line Collaboration | Comunicare e collaborare on line

Modulo 6

Presentation | Realizzazione presentazioni

Modulo 7

IT Security | Uso sicuro della rete

 

Gli interessati dovranno compilare l’apposito modulo allegato al presente bando, e versare un acconto di € 30,00 a mezzo bonifico sul c/c bancario iban IT82M0301904614000008003862 intestato a Istituto Einaudi Pareto e intrattenuto presso Credito Siciliano S.p.A. Agenzia 13 di Palermo, che saranno restituiti in caso di mancata attivazione del corso.

 

Tutte le istanze, indirizzate al Dirigente Scolastico dell’I.I.S.S. “Einaudi Pareto” – via Mongerbino 51 – 90145 Palermo, dovranno pervenire brevi manu presso la sede centrale dell’Istituto entro quindici giorni dalla data della pubblicazione del presente bando, corredate di:

  • fotocopia di un documento di riconoscimento in corso di validità
  • fotocopia del codice fiscale o della tessera sanitaria
  • attestazione dell’avvenuto pagamento dell’acconto.

Non saranno prese in considerazione le istanze pervenute a mezzo fax, e-mail, posta certificata, ovvero oltre il termine prefissato.

 

Si fa presente ai sig. Docenti che per questo corso è possibile utilizzare la Carta del Docente (legge 107/2015, art. 1, comma 121), in quanto «Le istituzioni scolastiche singole o in rete e/o in consorzio possono […] proporsi come Soggetti che offrono formazione sulla base di specifiche competenze e di adeguate Infrastrutture» (Direttiva del Miur 90/2003, art. 1, comma 3).

 

Modalità di selezione dei corsisti

Le domande saranno accolte secondo i seguenti criteri di selezione:

  1. priorità di precedenza al personale interno all’Istituto secondo l’ordine cronologico di acquisizione delle istanze al protocollo in entrata;
  2. le prime 20 richieste pervenute entro i termini previsti;
  3. nel caso in cui il numero delle domande di iscrizione sia superiore a 35, si provvederà all’attivazione di un ulteriore corso cui si potrà accedere previo test di preselezione al fine di individuare i primi 20 corsisti;
  4. il corso si attiverà al raggiungimento di almeno 20 corsisti.

Si precisa, infine, che il corso si svolgerà presso la sede dell’Istituto e in orario extrascolastico, secondo il calendario che sarà comunicato successivamente all’iscrizione.

Download modulo  modulo

Il Dirigente Scolastico

Prof.ssa Maria Rita Di Maggio

 

Corso di fotografia.

A partire da quest’anno il nostro Istituto organizza un corso di fotografia sotto la guida di docenti qualificati.

 

Il corso, aperto a tutti, prevede:

  • un incontro a settimana della durata di 2 ore ciascuno, per un totale di 25 ore;
  • una quota di iscrizione di € 100,00.

 

Modalità di iscrizione ed attivazione del corso

La domanda di iscrizione, qui di seguito allegata, deve essere presentata entro il 7 febbraio 2017. unitamente alla ricevuta di versamento di € 30,00 a titolo di acconto sulla quota di iscrizione all’ufficio Protocollo.

 

I versamenti (in acconto e a saldo) dovranno essere effettuati sul c/c bancario iban n. IT82M0301904614000008003852 intrattenuto presso Credito Siciliano e intestato a Istituto Einaudi Pareto, causale “Iscrizione corso di ________”.

 

Se in assenza di un congruo numero di iscritti (non meno di 20) il corso non potrà essere attivato, la quota di iscrizione verrà restituita. Se invece il numero di iscritti è superiore a quello previsto, ove possibile si attiveranno altri corsi; in caso contrario si darà precedenza agli alunni dell’Istituto Einaudi, ai docenti e al personale interno dell’Istituto, ai genitori degli alunni, agli ex alunni, agli alunni di altri Istituti e agli utenti esterni in base alla data di presentazione della domanda. Ovviamente, agli esclusi sarà restituita la quota di iscrizione.

 

Per questioni organizzative si chiede di dare conferma dell’avvenuta consegna della domanda di iscrizione, specificando cognome, nome, cellulare e mail, all’indirizzo ufficio.alunni@iseinaudipareto.gov.it

download allegato Corso di fotografia 2017

CORSI DI ZUMBA E PILATES

A partire da quest’anno il nostro Istituto organizza corsi di zumba e pilates sotto la guida di istruttori qualificati.

 

Per ambedue i corsi, aperti a tutti, si prevedono:

  • due incontri a settimana della durata di 1 ora ciascuno, distribuiti nell’arco di sei mesi.

 

ATTIVAZIONE DEI CORSI E MODALITÀ DI ISCRIZIONE

La quota di iscrizione ad ogni corso è di € 130,00.

Il termine per la presentazione della domanda di iscrizione è il 7 febbraio 2017.

Se in assenza di un numero congruo di iscritti (non meno di 20) i corsi non potranno essere attivati, la quota di iscrizione verrà restituita. Se invece il numero di iscritti è superiore a quello previsto, ove possibile si attiveranno altri corsi, in caso contrario si darà precedenza agli alunni dell’Istituto Einaudi Pareto, ai docenti e al personale interno dell’Istituto, ai genitori degli alunni, agli ex alunni, agli alunni di altri Istituti e agli utenti esterni in base alla data di presentazione della domanda. Ovviamente, agli esclusi sarà restituita la quota di iscrizione.

 

Si rappresenta che, così come deliberato dal C.d.I., ogni 20 corsisti paganti saranno ammessi ai corsi gratuitamente 10 alunni interni.

 

La domanda di iscrizione allegata deve essere consegnata, unitamente alla ricevuta di versamento di € 30,00 a titolo di acconto sulla quota di iscrizione all’ufficio Protocollo.

I versamenti (in acconto e a saldo) dovranno essere effettuati sul c/c bancario iban n. IT82M0301904614000008003852 intrattenuto presso Credito Siciliano e intestato a Istituto Einaudi Pareto, causale “Iscrizione corso di ________”.

 

Per questioni organizzative si chiede di dare conferma dell’avvenuta consegna della domanda di iscrizione, specificando cognome, nome, cellulare e mail, all’indirizzo ufficio.alunni@iseinaudipareto.gov.it

download scheda :Corso di zumba e pilates 2017

 

CORSI DI PREPARAZIONE PER IL CONSEGUIMENTO DELLA CERTIFICAZIONE DI LINGUA INGLESE

Anche quest’anno, visto il successo dell’iniziativa, verranno attivati nel nostro Istituto i corsi di lingua inglese tenuti da docenti madrelingua e finalizzati al conseguimento delle seguenti certificazioni linguistiche internazionali previste dal Quadro Comune Europeo di Riferimento (qcer) per la conoscenza delle lingue:

  • Cambridge esol (English for Speakers of Other Languages)
  • ielts (International English Language Testing System)

 

I corsi sono aperti a tutti, adulti compresi.

La certificazione conseguita è spendibile sia nel mondo del lavoro sia in ambito universitario per il riconoscimento dei cfu (crediti formativi universitari).

Prima dell’inizio del corsi i candidati saranno sottoposti a un test per stabilire il livello di conoscenza della lingua. Chi ha già una certificazione riconosciuta (completa nelle quattro abilità) è tenuto a dichiararlo allegandone copia nella domanda.

 

CORSI a.s. 2016-2017

  1. corso di livello base A1 (50 ore)
  2. corso di preparazione per la certificazione A2 ket (50 ore)
  3. corso di preparazione per la certificazione B1 pet (50 ore)
  4. corso di preparazione per la certificazione B2 fce (50 ore) (prerequisito livello B1)
  5. corso di preparazione per la certificazione bec – Business English Certificate (50 ore) (pre-requisito livello B1)

 

ATTIVAZIONE DEI CORSI E MODALITÀ DI ISCRIZIONE

La quota di iscrizione al corso è di € 250,00.

La domanda di iscrizione scade il 7 febbraio 2017.

Se in assenza di un numero congruo di iscritti (non meno di 20) i corsi non potranno essere attivati, la quota di iscrizione verrà restituita. Se invece il numero di iscritti è superiore a quello previsto, ove possibile si attiveranno altri corsi, in caso contrario si darà precedenza agli alunni dell’Istituto Einaudi, ai docenti e al personale interno dell’Istituto, ai genitori degli alunni, agli ex alunni, agli alunni di altri Istituti e agli utenti esterni in base alla data di presentazione della domanda. Ovviamente, agli esclusi sarà restituita la quota di iscrizione.

La domanda di iscrizione allegata deve essere consegnata, unitamente alla ricevuta di versamento di € 50,00 a titolo di acconto sulla quota di iscrizione all’ufficio Protocollo.

 

I versamenti (in acconto e a saldo) dovranno essere effettuati sul c/c bancario iban n. IT82M0301904614000008003852 intrattenuto presso Credito Siciliano e intestato a Istituto Einaudi Pareto, causale “Iscrizione corso lingua inglese livello ____”.

L’eventuale possesso di una certificazione deve essere dichiarato nella domanda di iscrizione.

 

CERTIFICAZIONI

Gli eventuali esami per conseguire le certificazioni linguistiche si svolgeranno presso l’International House Palermo o altro Ente accreditato. Per ogni livello è prevista una tassa d’esame a carico del corsista.

Si fa presente ai sig. Docenti che per l’iscrizione al corso possono utilizzare la Carta del Docente (legge 107/2015, art. 1, comma 121), in quanto «Le istituzioni scolastiche singole o in rete e/o in consorzio possono […] proporsi come Soggetti che offrono formazione sulla base di specifiche competenze e di adeguate Infrastrutture» (Direttiva del Miur 90/2003, art. 1, comma 3).

Per questioni organizzative si chiede di dare conferma dell’avvenuta consegna della domanda di iscrizione, specificando cognome, nome, cellulare e mail, all’indirizzo corsodinglese2017@gmail.com della docente referente prof.ssa I. Mariolo.
DOMANDA DI ISCRIZIONE : Corso d’inglese 2017

 

 

 

N.B.:   Una volta comunicata (a mezzo email) l’autorizzazione di inizio corso, l’Istituto non potrà più provvedere al rimborso della quota di iscrizione.

Se in mancanza di un numero congruo di partecipanti il corso non potrà essere attivato, la quota di iscrizione verrà restituita.

Scheda Film ” Nebbia in Agosto”

NEBBIA IN AGOSTO

  • Genere: Drammatico
  • Regia: Kai Wessel
  • Distribuzione: Collina Filmproduktion e Studio Canal
  • Titolo Originale: Nebel in August
  • Produzione: Ulrich Limmer
  • Durata: 126’
  • Sceneggiatura: Holger Karsten Schmidt
  • Montaggio: Tina Freitag
  • Attori: Ivo Pietzcker, Sebastian Koch, Thomas Schubert,                                                                                                                                                         Fritzi Haberlandt, Henriette Confurius,                Branko  Samarovski, David Bennent, Jule Hermann, Niklas Post, Karl Markovics
  • Destinatari: Scuole Secondarie di II grado
  • Sinossi:

Basato sulla vera storia del tredicenne Ernst Lossa (Ivo Pietzcker)

Germania del Sud, inizio anni ‘40. Ernst è un ragazzino mezzo orfano, intelligente ma disadattato. Le case e i riformatori nei quali ha vissuto fino ad ora l’hanno giudicato “ineducabile”, ed è stato confinato in un’unità psichiatrica a causa della sua natura ribelle. Qui si rende conto che alcuni internati vengono uccisi sotto la supervisione del dottor Veithausen. Ernst inizia, perciò, a opporre resistenza aiutando i suoi compagni pazienti, e pianificando la fuga assieme a Nandl, il suo primo amore. Ma Ernst è in grave pericolo poiché è la dirigenza stessa della clinica a decidere se i bambini debbano vivere oppure morire …

 

Diretto da Kai Wessel (“Die Flut”, “Klemperer – Ein Leben in Deutschland”, Hilde), basato su una sceneggiatura di Holger Karsten Schmidt (“14 Days to Life”, “The Sea Wolf”), FOG IN AUGUST è ispirato all’opera eponima di Robert Domes.

 

Il film è un commovente dramma sui raccapriccianti eventi del periodo nazista, e allo stesso tempo è anche la vera storia di Ernst Lossa, un ragazzo che lottò coraggiosamente contro un sistema disumano. Oltre 200.000 persone furono assassinate nelle cliniche psichiatriche tedesche tra il 1939 e il 1944, come conseguenza del programma di eutanasia; un capitolo della storia tedesca che è stato cancellato dalla cultura commemorativa per un lungo periodo di tempo.

Il Professor Michael von Cranach, direttore della Clinica Psichiatrica Kaufbeuren dal 1980 al 2006, ha contribuito a gettare luce sui crimini dell’eutanasia, e ha fornito aiuto alla produzione come consulente storico.

  • Approfondimenti:

 

LA STORIA DI ERNST LOSSA

 

Lossa nacque ad Augusta nella Germania bavarese da genitori Jenisch, un ceppo nomade di zingari. La sua famiglia, composta dal padre Christian, dalla madre Anna e due sorelline più piccole, per guadagnarsi da vivere girava le città bavaresi e del sud della Germania disegnando immagini religiose..

 

Quando sale al potere Adolf Hitler, poco dopo la nascita di Ernst, in virtù della politica razziale dei nazisti, la vita, per tutti gli zingari, compresi gli stessi genitori di Ernst, diventa durissima a causa di divieti, di discriminazioni ed emarginazioni perpetuate contro le razze diverse tra cui l’ebraica, ritenute inferiori a quella ariana e che sfocerà ben presto in persecuzione, internamento ed eliminazione fisica.

 

Quello fu il periodo in cui la politica di eugenetica nazista fu applicata anche agli stessi cittadini ariani handicappati o ammalati, considerati inutili e costosi sia per l’entità delle cure, sia per i sussidi di assistenza da costoro percepiti e sottratti, secondo l’ottica nazista, all’apparato bellico tedesco. Per abbattere i costi, per tutti questi fu prevista l’eliminazione fisica con un programma scientifico, sistematico e segreto: l’eutanasia.

 

La famiglia Lossa non fu risparmiata da un simile trattamento. Accusati di essere zingari e venditori ambulanti ai genitori di Ernst fu tolta dapprima la patria potestà, Ernst e le due sorelline più piccole furono affidate di conseguenza ad un orfanotrofio di Augusta. La madre di Ernst poco dopo muore di tubercolosi, all’epoca Ernst aveva solo 4 anni. Il padre invece, dopo essere stato arrestato fu deportato prima nel campo di concentramento di Dachau e quindi nel Campo di sterminio di Flossenbürg, dove troverà in seguito, la morte.

 

Ormai orfano, il piccolo Ernst vive una infanzia difficile, senza nessuna guida affettiva. Viene considerato dai medici e dagli educatori, un bambino difficile, irrequieto, ineducabile ed irrecuperabile. Viene messa in discussione la sua stessa sanità mentale per la convinzione razzista dei medici nazisti secondo la quale, essendo zingaro, Ernst fosse predisposto di natura ad avere turbe psicologiche. La sua candidatura al programma di morte per eutanasia, era stata decisa.

 

È così che dopo un’infanzia di maltrattamenti e discriminazioni, non ultima una permanenza nel riformatorio giovanile di Dachau nel 1940, il giovane Ernst viene mandato nel 1942 all’ospedale psichiatrico di Kaufbeuren che si trova a pochi chilometri dalla sua filiale, la clinica della morte nel villaggio bavarese di Irsee.

 

Ernst, giovane vittima del programma di eutanasia selvaggia

 

« Il giorno prima di morire mi lasciò una foto con la dedica ‘In memoria’ sul retro. Gli chiesi come mai mi aveva dato quella foto, rispose che era sicuro che sarebbe morto in quell’istituto e mi raccomandò che, siccome ero l’unica persona a volergli bene, fossi io a seppellirlo quando sarebbe morto. – Il giorno dopo Ernst Lossa fu ucciso tramite due iniezioni letali.  »

 

(Deposizione di un infermiere al ‘processo ai dottori’ del processo di Norimberga, Norimberga1946.)

L’istituto psichiatrico di Kaufbeuren fu tristemente noto per il medico e psichiatra Valentin Falthauser, suo direttore. Falthauser fu l’inventore della cosiddetta Dieta E (Sonderkost), una dieta da fame, priva di grassi, a base di sole rape, cavoli e mele. Dieta ‘mortale’, imposta alle vittime, bambini ed adulti, con il chiaro proposito di eliminarle.

 

Questa invenzione ebbe così successo che si estese ben presto a tutti i reparti di eutanasia della Germania nazista rivolta verso tutte le razze giudicate inferiori rispetto ai nazisti dagli ebrei agli zingari agli omosessuali. Nelle intenzioni di Falthauser, quella dieta doveva portare ad una morte lenta in un periodo di massimo tre mesi.

 

Questo medico nazista fu uno dei più zelanti fautori dell’eutanasia che perpetuò fra la sede di Kaufbeuren e e la vicina filiale di Irsee. Quando la Germania si arrese, e Falthauser fu arrestato dagli americani, si scoprì che il medico aveva continuato a praticare l’eutanasia ed ad uccidere indisturbato fino a quando non venne scoperto.

 

La sua ultima vittima era stata eliminata infatti il 29 marzo 1946, ovvero 21 giorni dopo la resa della Germania. Suor Wörle, una delle tante infermiere di Kaufbeuren ammise, senza nessuna riserva, di aver ucciso 210 bambini e di aver ricevuto un surplus di 35 marchi al mese sul suo normale stipendio per lo straordinario dedicato a quelle uccisioni.

 

Oltre alla Dieta E, in questi due centri della morte venivano somministrate anche terapie consistenti in iniezioni che prevedevano più soluzioni : Allucinogeni pericolosi come la scopolamina, alcaloidi tossici come la morfina e barbiturici nocivi come il veronal e il luminal. Un programma che in seguito, dopo la guerra, sarebbe stato conosciuto e denominato come: Aktion T4.

 

Il programma Aktion T4 veniva attuato nell’ambito dell’eugenetica e dell’«igiene razziale», un programma che per i medici nazisti, quando testimoniarono a Norimberga, altro non era che un atto benevolo e pietoso, una morte per compassione. Con questi metodi e con quelli praticati nei luoghi della eutanasia di massa, dove migliaia di persone venivano gassate, nella seconda fase del programma eugenetico nazista conosciuto come eutanasia selvaggia, furono eliminate più di 140.000 persone, rispetto alla prima fase che portò alla eliminazione di solo 70.000 persone.

 

Ed è proprio questo, l’ambiente, in cui viene a trovarsi il giovane Ernst, trasferito ben presto perché considerato, senza nessuna valida ragione, malato di mente e non educabile, da Kaufbeuren alla filiale di Irsee. Chi provenendo da Kaufbeuren arrivava ad Irsee, vi giungeva solo per essere eliminato in brevissimo tempo. La clinica di Irsee era di fatto un vero e proprio braccio della morte. Qui però grazie alla simpatia, alla compassione ed ad una certa considerazione mostrata degli infermieri, Ernst che doveva essere eliminato nel giro di pochi giorni, resistette addirittura un anno e mezzo. Dagli infermieri Ernst era considerato gentile e disponibile e sapevano che molte volte procurava del cibo agli internati ebraici, in genere mele precedentemente da lui rubate.

 

Dinnanzi al procrastinare degli infermieri per somministrargli iniezioni letali, i responsabili del comprensorio di Kaufbeuren-Irsee incaricarono del compito, probabilmente, l’infermiera nazista Pauline Kneissler, la cui fama era nota per aver procurato la morte per eutanasia a moltissime persone sia civili che militari. La Kneissler con la scusa di somministrare un vaccino contro la febbre tifoidea, somministrò a Ernst un’overdose di un cocktail micidiale di morfina e scopolamina. Il 9 agosto 1944 Ernst Lossa muore nella clinica di Irsee.

 

 

NOTE DI PRODUZIONE

 

Nel 2008, Robert Domes pubblicò il romanzo “Fog in August”, nel quale racconta la storia di Ernst. Il suo agente inviò il libro al produttore Ulrich Limmer. “La storia mi scosse a tal punto che non riuscii più a togliermela dalla testa”, raccontò. “Ogni volta che vedevo la foto di questo ragazzino, pensavo: questa storia deve essere raccontata. Era impossibile per me rinunciare a fare questo film. Lo consideravo un mio dovere verso di lui, che rappresentava così tante vittime.”

 

Il produttore Ubrick Limmer acquistò i diritti del libro e sviluppò una sceneggiatura basata su di esso. Le vittime del programma di eutanasia furono mandate nelle camere a gas, furono avvelenate o lasciate morire di fame. “Volevamo dare una voce a tutti loro”, dice Limmer. “Queste persone si trovavano in strutture ideate per aiutarle; invece furono uccise.”

 

Il punto focale è il destino del ragazzino, che venne emarginato a causa dei suoi problemi comportamentali, ma che ebbe il coraggio di aiutare gli altri dagli ebrei agli omosessuali anche nel momento in cui lui stesso rischiava la morte.

 

“La sua storia è commovente, disturbante e vergognosa”, dice Limmer. “In tempi in cui i diritti umani furono calpestati, lui seguì i suoi istinti di bambino. Di tutte le persone fu proprio un ragazzo accusato di essere immorale a salvare la moralità. In questa struttura psichiatrica iniziò a prendersi cura di coloro che avevano bisogno di aiuto ed erano ancora più deboli e senza speranza di quanto non fosse lui. Nel corso del tempo divenne sempre più una spina nel fianco della direzione della struttura e, alla fine, gli praticarono l’eutanasia – per usare l’espressione ufficiale dell’epoca – in altre parole, fu assassinato.”

 

IL REGISTA

 

Limmer ha poi trovato Kai Wessel, regista di alcuni acclamatissimi film storici, tra cui la serie Tv in dodici puntate “Klemperer – Ein Leben in Deutschland” (1999), in cui raccontava la storia dell’intellettuale ebreo Victor Klemperer durante il Terzo Reich. Kai Wessel aveva un’idea precisa di come avrebbe voluto raccontare la storia. “La sfida era evitare di raccogliere l’eredità degli anni ’80 e ‘90. Non volevamo sopprimere, dimenticare o rendere patinato il soggetto, ma potevamo affrontare la storia con maggiore distanza rispetto a quanto non eravamo stati capaci di fare vent’anni fa”, spiega il regista. Wessel voleva raccontare la storia in modo che facesse appello anche alle nuove generazioni: “Vogliamo che i sedicenni possano confrontarsi con questo argomento. Vogliamo fare un film avvincente e commovente che racconti la storia, rispettando la realtà dei fatti.

 

Fonte:

  • Spunti di Riflessione:

di Fiammetta Fiammeri

 

 

  1. Eugenetica: conoscete questo termine? Deriva dal greco analizzate la sua etimologia e applicatela alla definizione che oggi si dà di questo termine.

 

  1. Eugenetica: disciplina che si prefigge di favorire e sviluppare le qualità innate di una razza, giovandosi delle leggi dell’ereditarietà genetica. Vi fa paura? O, secondo Voi vi è anche il modo di dare un contenuto positivo a questo termine?

 

  1. Durante il nazismo, non soltanto gli ebrei furono oggetto di una vera e propria persecuzione organizzata anche gli zingari e i disabili e gli omosessuali ne furono vittime. Se dal punto di vista etico non vi è differenza, si tratta di atti sempre e comunque bestiali e abominevoli, dal punto di vista politico e sociale la differenza c’è. Da una parte, ebrei e zingari, siamo di fronte ad una persecuzione razziale, dall’altra a una morte tesa a eliminare “gli esseri umani imperfetti”. E anche i costi sociali derivante dalla vita di questi ultimi. Quali riflessioni vi suscita questa affermazione?

 

  1. Lossa è un bambino che, pur consapevole di rischiare la vita, resiste e tenta di aiutare gli altri. Coraggio, incoscienza o disperazione senza speranza?

 

  1. Il tema dell’amicizia. Quanto è presente in questo film, e quanto, di fronte a un’epoca in cui l’umanità viene, in qualche modo negata, può rappresentare uno strumento per affrontare il male assoluto?

 

  1. Una delle infermiere che uccideva bambini nell’orfanotrofio dove fu internato anche il piccolo Lossa, al processo, dopo avere riconosciuto di avere tolto la vita a 210 bambini chiedeva “Credete che mi faranno qualcosa”. In fondo aveva solo eseguito un ordine e aveva dato a quei bambini una morte “pietosa”. Tema etico di rilevanza assoluta. Era un ordine. Può in qualche modo, questa essere una scusante?

 

  1. “Le azioni erano mostruose ma chi le fece era pressoché normale, né demoniaco né mostruoso”. Così afferma Hanna Arendt nel suo famoso saggio “La Banalità del male”. Durante il nazismo uomini, apparentemente normali, applicarono ”programmi “, come quelli trattati da questo film, in circostanze che quasi gli impedivano di comprendere che atrocità stavano commettendo. Questa affermazione è applicabile a medici e infermieri che operavano nell’istituto in cui fu internato a morte Ernst Lossa?

 

  1. Analizzate le interazioni tra facoltà di pensare, capacità di distinguere tra giusto e sbagliato, facoltà di giudicare e le conseguenti implicazioni morali.

 

  1. I medici che applicarono la cosiddetta eutanasia di Stato durante il nazismo si difesero nel 1946 nel processo a Norimberga, sostenendo di avere dato alle loro vittime una “morte per compassione”. Tentativo articolato di difendere l’indifendibile e di sottrarsi alle proprie responsabilità, o terribile convinzione profonda?

 

  1. Il regista ha scelto di utilizzare dei veri disabili per alcune scene del film. Condividi questa scelta?

 

  1. Ernst e gli altri bambini nel film, possono essere equiparati a dei veri e propri combattenti? E, se sì, hanno vinto la loro guerra?

 

  1. Il Direttore dell’Istituto è certamente una figura complessa e inquietante. Da una parte sembra avere una partecipazione emotiva nei confronti dei piccoli internati, dall’altra dopo avergli tenuto le mani ed essergli stato vicino, è capace di cancellarli, scrivendo il loro nome su un libro nero per una atroce contabilità. Vi fa paura questa sua apparente schizofrenia? Cosa ci vedete dietro?

 

  1. E’ significativo che questo film sia di produzione tedesca, di un regista tedesco. Come pensate sarà accolto nella Germania di oggi?

 

  1. Shoah é il termine ebraico («tempesta devastante», dalla Bibbia, per es. Isaia 47, 11) col quale si suole indicare lo sterminio del popolo ebraico durante il secondo conflitto mondiale. Secondo voi, anche se non parla della persecuzione degli ebrei, Nebbia in Agosto è un film sulla Shoah?

 

  1. Il film non tenta di analizzare le motivazioni dei carnefici, lo dicono espressamente regista e sceneggiatori, ma tenta di riportarci la storia di un bambino coraggioso che, pur sull’orlo del baratro, tenta di aiutare gli altri. Condividete questa scelta o avete dei “perché” ai quali avreste preferito fosse data una risposta?

 

  1. Il vero medico della storia, Valentin Faltlhauser, dopo la guerra fu condannato al carcere e poi amnistiato nel 1954. La sua infermiera, responsabile di almeno 200 soppressioni, dopo pochi anni di carcere, ha ripreso tranquillamente il suo lavoro infermieristico con i bambini. Giustizia e Perdono. Due termini che non sempre coincidono. Commentate.

Mostra Migranti, la sfida dell’incontro

Mostra Migranti, la sfida dell’incontro

4/11 febbraio 2017

 

Dal 4 all’11 febbraio 2017 sarà esposta con ingresso libero nella chiesa di San Giorgio dei Genovesi a Palermo, sita nella omonima piazza, la mostra Migranti, la sfida dell’incontro, che ha per tema la complessa vicenda delle migrazioni, con particolare riferimento a quelle che riguardano il nostro Paese.

La mostra è stata realizzata dal Meeting per l’Amicizia tra i popoli di Rimini in collaborazione con l’Associazione Migrantes e  presentata nel corso della edizione di quest’anno del Meeting, raccogliendo un significativo gradimento dai numerosissimi visitatori.

Consta di 39 pannelli che illustrano i tanti aspetti della tematica, che vede tra l’altro la nostra Regione da anni in prima linea nel difficile compito dell’accoglienza. A questi si affiancano dei video di illustrazioni statistiche e di testimonianze. Un’ampia documentazione è reperibile su sito del Meeting di Rimini al link: http://www.meetingrimini.org/default.asp?id=673&item=6504.

La mostra propone di affrontare questo tema, non come un problema, ma guardando negli occhi coloro che emigrano, invitando il visitatore a chiedersi: chi sono coloro che bussano alle nostre città, da quali terre giungono, che vicende umane si portano dietro, quali desideri e speranze coltivano.

Per questi motivi la mostra ben si adatta ad una visione da parte delle scolaresche che troveranno in loco delle guide per accompagnarle lungo il percorso e rispondere alle domande che possono sorgere.

Per scuole e gruppi è necessario prenotare la visita telefonando al numero 3331571353 (dalle ore 9.00 alle 13.00 e dalle 16.00 alle 18.00), oppure inviando una mail all’indirizzo mostramigrantipa@gmail.com, indicando il nominativo e i contatti di un referente, e specificando il giorno in cui si desidera effettuare la visita, il numero delle classi e il numero complessivo degli alunni e dei docenti accompagnatori.

 

 

Il Presidente del Centro Culturale “Il Sentiero”

Rosalia Pipia