CIRCOLARI ISS EINAUDI PARETO

Spazio Circolari


Circ. N. 514-Scrutini finali a.s. 2018/2019

OGGETTO: Scrutini finali a.s. 2018/2019

Sono convocati i consigli di classe , nei giorni indicati dal calendario , col seguente o.d.g.

-scrutinio finale

-attribuzione credito scolastico

-certificazione competenze-CLASSI SECONDE

-certificazione competenze in esito al percorso di ASL-classi TERZE-QUARTE-QUINTE

                                                     MERCOLEDI’ 5 GIUGNO
CLASSI TECNICO                ORARIO  
V A AFM            15,00/16,00  
V B RIM            16,00/17,00  
VC SIA            17,00/18,00  
VD SIA            18,00/19,00  
     

 

                                                     GIOVEDI’ 6 GIUGNO
CORSO SERALE                ORARIO CLASSI PROF.LE DIURNO
V PROFESSIONALE            14,30/15,30 VA
V TECNICO            15,30/16,30 VB
             16,30/17,30 VC
             17,30/18,30 VD
             18,30/19,30 VE

 

 

 

 

LUNEDI’ 10 GIUGNO

 

TECNICO
CLASSI ORA
IA 11,00/12,00
II A 12,00/13,00
III A 13,00/14,00
               PAUSA
IVA   -1/2 SER. 14,30/15,30
IB   – III/IV SER. 15,30/16,30
IIB   – IV SER. 16,30/17,30
IIIB 17,30/18,30
IVB 18,30/19,30
   
   
   
   
   
PROFESSIONALE
CLASSI ORA
IVA 11,00/12,00
IE 12,00/13,00
IG 13,00/14,00
PAUSA  
IF 14,30/15,30
IVD 15,30/16,30
IIF 16,30/17,30
IIIC 17,30/18,30
IIID 18,30/19,30
   
   
   
   
   

 

 

———————————————————————————————————————–

 

MARTEDI’ 11 GIUGNO


TECNICO
CLASSI ORA
IVC 9,00/10,00
IIIC 10,00/11,00
II C 11,00/12,00
IC 12,00/13,00
IIIE 13,00/14,00
PAUSA
IVD 14,30/15,30
IIID 15,30/16,30
IID 16,30/17,30
ID 17,30/18,30
   
   
   
   
PROFESSIONALE
CLASSI ORA
IIH 9,00/10,00
IIIE 10,00/11,00
             IIIF 11,00/12,00
IIG 12,00/13,00
IVC -   1/2 SER 13,00/14,00
                 PAUSA
IIIB 14,30/15,30
IV SER. 15,30/16,30
III/IV SER-     IIIA 16,30/17,30
   
   
   
   
   
   
   
   
   

 

 

 

 

Al fine dell’espletamento degli Scrutini Finali, si informano i Sigg. Docenti che dovranno essere consegnati  i documenti qui di seguito riportati:

-  Relazione Finale, personale e del Consiglio di classe;

-  Programmi Svolti in duplice copia firmati da due alunni;

-   Elaborati.

N.B. Tutti i documenti sopra elencati sono da riferirsi ad ogni singola classe.

I singoli docenti cureranno che i programmi svolti, siano letti in classe, riportandone menzione sul Registro di Classe .

I programmi svolti devono essere controfirmati per presa visione da almeno due studenti.

Il coordinatore di classe avrà cura durante lo scrutinio finale di raccogliere il materiale sopra elencato, escluso gli elaborati, e di consegnarli, nella stessa giornata dello scrutinio finale presso la segreteria alunni   la quale avrà cura di raccogliere le carpette contenenti i documenti, ordinandoli per classe e disponendo apposito elenco di riscontro.

Il suddetto materiale sarà custodito per ogni utile superiore necessità (accesso ai documenti da parte delle famiglie, ispezioni ministeriali, ricorsi amministrativi….).

RELAZIONE FINALE

Si richiede una relazione finale personale e una relazione del Consiglio di classe la cui elaborazione curata dal coordinatore

Ove in sede di scrutinio vengano riscontrate situazioni di carenze marcatamente gravi ed esse non siano generalizzate in tutte le materie ( quale sintomo di distacco totale dallo studio) i Docenti dovranno provvedere ad evidenziare in dettaglio, nella propria relazione,  le strategie didattiche utilizzate per prevenire l’insuccesso scolastico.

Si ricorda che in caso di ricorso le relazioni finali, personale e del Consiglio, saranno i primi documenti presi in esame dagli Ispettori , assieme alla programmazione didattica, agli elaborati e alle verifiche svolte durante l’a.s.. , che dovranno comunque essere esibite durante lo scrutinio a supporto delle valutazioni proposte.

RELAZIONE FINALE ALUNNI BES /DSA

Nelle relazioni individuali dovranno essere specificati :

-i progressi significativi degli alunni BES/DSA, rispetto alla situazione di partenza, indicando relativamente a quali competenze/discipline/comportamento.

-gli elementi di criticità (e presumibili cause)indicando relativamente a quali competenze/discipline/comportamento

- gli strumenti compensativi , dispensativi e di recupero utilizzati durante l’attività didattica , evidenziando la coerenza con quanto previsto dal PDP.

In sede di scrutinio, dovranno essere esibite tutte le documentazioni ( verifiche, prove,ecc..) prodotte durante l’anno, coerenti con il PDP.

SCRUTINIO FINALE

AL TERMINE DELLO SCRUTINIO, IN MODO COLLEGIALE, DOVRANNO ESSERE COMPILATI I SEGUENTI DOCUMENTI :

1-Comunicazione alle famiglie relative a: A) Consolidamento autonomo; B) Sospensione del giudizio;C) Non ammissione alla classe successiva.

2-certificazione delle competenze per le classi seconde

3-certicazione delle competenze relative ai percorsi di Alternanza per le classi terze-quarte-quinte

  La modulistica da utilizzare sarà inserita nel registro dei verbali a cura della segreteria alunni

Ultimate le operazioni , il Coordinatore di Classe provvederà alla consegna, presso la Segreteria ALUNNI , dei materiali didattici sopra elencati

 Per l’attribuzione dei crediti scolastici  il C.D.C. farà riferimento a quanto stabilito dal PTOF

Alternanza scuola/lavoro

Al termine del percorso di alternanza i tutor didattici dovranno far pervenire in segreteria la seguente documentazione debitamente compilata e firmata:

  • Scheda di valutazione dei rischi.
  • Patto formativo;
  • registro attività;
  • Questionari studente;
  • Scheda di valutazione dello studente da parte del tutor aziendale;
  • Prospetto riepilogativo finale da caricare   sul portale ARGO
  • Prospetto riepilogativo con ore e giudizio finale

I tutor, inoltre, dovranno presentare relazione finale dell’attività svolta nell’ambito del percorso.

CLASSI TERZE-indirizzo professionale-

Allo scrutinio finale il team dei docenti esprime per ciascuna disciplina un voto in decimi. La proposta di voto per ciascuna disciplina,o gruppo di discipline per cui è previsto un unico voto finale,viene così formulata:

-80% in base al percorso formativo dell’allievo (anno scolastico in corso – anni scolastici precedenti – alternanza scuola/lavoro)

-20% in base all’esito delle prove di ammissione

La media dei voti riportati in fase di scrutinio, tradotta in centesimi (…./100) costituirà il voto di ammissione/non ammissione del candidato alla seconda fase di valutazione.

L’ammissione è deliberata a seguito della verifica dei seguenti elementi:

-esiti prove di ammissione

-frequenza di un numero di ore minimo (/75% del monte-ore previsto)

-percorso formativo triennale

-insussistenza di gravi insufficienze

-esiti delle attività di formazione in alternanza scuola-lavoro

-possesso della media di 6/10 nel profitto e almeno 6/10 nella valutazione del comportamento.

Ai fini della sola ammissione agli esami di qualifica si ricorda che nella media dei voti non rientra il voto di condotta

Il candidato è ammesso agli esami di qualifica ( Fase B) se riporta una valutazione minima di 60/100.

Il consiglio di classe formulerà   l’ammissione o la non ammissione all’esame di qualifica di ogni singolo alunno

Per le terze ad indirizzo “ Benessere” , in quanto percorso di tipo complementare, il consiglio delibererà solo l’ammissione agli esami di qualifica.

Per quanto riguarda invece gli altri percorsi, in quanto in regime di sussidiarietà integrativa, detto scrutinio deve costituire atto specifico ulteriore e distinto dallo scrutinio di ammissione al quarto anno di istruzione professionale statale quinquennale.

CLASSI QUINTE

Il consiglio di classe formulerà l’ammissione o la non ammissione all’esame di stato di ogni singolo alunno con un giudizio globale.

I Materiali delle Classi Quinte saranno tenuti separatamente consegnandoli sempre in Segreteria Didattica che ne assicurerà la custodia.

I Coordinatori delle Classi Quinte dovranno controllare che tutti i documenti utili o necessari per gli Esami di Stato siano consegnati firmati e completi.

Si raccomanda la massima cura e attenzione

VALUTAZIONE FINALE

 Premesso che ogni singolo Consiglio di Classe è libero di esprimere le proprie valutazioni in piena autonomia, si ricorda che i criteri per la valutazione sono stati deliberati dal Collegio Docenti,  inseriti nel PTOF e nella programmazione coordinata di classe.

L’uso dei suddetti criteri da parte di tutti i consigli di classe assicurerà un metro di valutazione attento e omogeneo.

Si rammenta che ai fini della valutazione sommativa,  bisogna tener presente la personalità degli allievi, per cui si richiede di tener conto dei fattori anche non scolastici, ambientali e socio-culturali che possano influire sul rendimento.

Sono ammessi alla classe successiva gli studenti che abbiano ottenuto un voto non inferiore a sei decimi in ciascuna disciplina.

Come indicato nel PTOF “ Per tutte le classi, sia dell’indirizzo professionale che del tecnico, potrà essere deliberato il giudizio sospeso per gli alunni che avranno riportato al massimo tre insufficienze.”

 

CLASSI PRIME PERCORSO PROFESSIONALE QUINQUENNALE

L’accertamento di un livello insufficiente di acquisizione delle competenze non comporta la ripetizione dell’anno. Infatti, l’alunno è comunque ammesso al secondo anno del primo biennio/periodo. In questo caso il Consiglio di classe comunica alla famiglia e allo stesso alunno le carenze individuate ai fini della revisione del Patto Formativo Individuale e della relativa formalizzazione del percorso di studio personalizzato , da frequentare nel secondo anno del periodo didattico di riferimento.

 

COMPORTAMENTO DISCIPLINARE

 Per l’ammissione alla classe successiva o agli esami di stato , sarà necessario un voto sufficiente in condotta.

Il 5 in condotta sarà attribuito dal CDC per gravi violazioni dei doveri degli studenti, purché in precedenza sia stata inflitta allo studente la  sanzione disciplinare della sospensione superiore a 15 giorni , secondo quanto previsto dal regolamento di   Istituto.

L’insufficienza del voto di condotta comporterà la non ammissione all’anno scolastico successivo o agli Esami di Stato. L’insufficienza in condotta dovrà essere motivata con un giudizio verbalizzato in sede di scrutinio Per il voto di condotta il C.D.C  terrà conto degli indicatori di condotta contenuti nel PTOF .

 

 

 

OPERAZIONI DI SCRUTINIO

 Per un regolare e proficuo svolgimento delle operazioni stesse:

-          i Docenti, entro il giorno antecedente il proprio scrutinio, dovranno riportare nel sistema Argo le proposte di voto, le assenze e la proposta del voto di condotta.

-          Si raccomanda di verificare la propria password di accesso con un congruo anticipo per evitare disguidi.

-   Tutti   i Docenti  dovranno presentarsi a scuola all’orario di inizio della sessione di scrutinio; qualora un consiglio risulti imperfetto, lo stesso sarà rinviato,  in coda agli altri,

-        i consigli di classe saranno presieduti dal DS o dai Coordinatori di Classe; ad essi è affidata la Direzione delle operazioni di scrutinio e della relativa verbalizzazione;

Si sottolinea l’importanza della scrupolosa compilazione degli atti amministrativi in virtù del diritto di accesso, nell’eventualità di ricorsi e di ispezioni esterne, e si ricorda inoltre che tutte le operazioni di scrutinio sono coperte da segreto professionale

L’inottemperanza dei suddetti adempimenti, considerato il valore giuridico degli stessi, può comportare il richiamo d’urgenza in sede , anche durante le ferie,  per sanare l’eventuale deficienza.

I coordinatori controlleranno , dopo lo scrutinio e prima della consegna definitiva , che il registro dei verbali contenga tutte le firme e i relativi  timbri.

Si ricorda che le attività didattiche avranno termine l’11 giugno e , come deliberato dal consiglio d’istituto, nei giorni 10 e 11 giugno si potranno organizzare attività sportive /culturali.

 

 

 

 

 

Il Dirigente Scolastico

Prof.ssa Maria Rita Di Maggio

Leave a Reply